Libri. Aut, dona accipiens

Oggi ho avuto il raro privilegio di poter guidare da sola per quasi 600 km. Quella stanza tutta per me in cui ho potuto lasciar fluire i pensieri. Sono lontana da chi amo e sono lontana anche da loro, dai miei figli; sono lontana dai tre umani che rappresentano la mia sola Casa.

Attorno a me, pareti bianche e pulite sotto un cielo stellato, e chilometri di erbe e alberi. Un luogo che mi ha accolta quando già il sole era tramontato, e che ho subito sentito protettivo.

Nelle ore di viaggio e in questa minimale stanza ho potuto finalmente rappezzare i pensieri, che in queste settimane tenevo in tasca, brandelli vivi che avevo voglia di maneggiare con cura.

La mia gratitudine a tutti coloro che hanno scritto, telefonato, che mi hanno abbracciata o che hanno avuto pudore di provarci – non che sia facile stringere un animaletto selvatico come me.
Perdonatemi se nemmeno riesco a ricostruire se vi ho risposto o no, se vi ho ringraziato o meno. Ogni vostro gesto di condivisione è stato prezioso e non è stato dilavato.

Stasera ho sentito il forte impulso di chiedere. E scrivo di getto, o domani prevarrà l’idea di chiudermi di nuovo nella mia solitudine e di arrangiarmi, come mi viene spontaneo. Ma cavalco l’idea di diversi amici, e dunque azzardo.

La mia banca dei semi è andata bruciata. Vi ringrazio per avermi offerto semi, piante, radici. Ho accettato il poco che potevo mettere a dimora, da me o in progetti che seguo e condivido. L’anno prossimo busserò, ma ora non avrei una Terra dove custodirli. Ne riparliamo dall’autunno.

E sono andati bruciati la maggior parte dei miei libri. Testi a volte introvabili, a volte semplicemente difficili da reperire, altre volte ancora manuali appuntati, sottolineati, sempre in bella vista sulla scrivania. [Immagine presa dal web]

Il mio appello, a chi lo sentirà risuonare o a chi vorrà condividere. Tra i miei contatti so di avere Autori, Traduttori, a volte Editori; tanti, tantissimi bibliofili. Se qualcuno di voi apprezza il mio lavoro e apprezza i continui traslochi di libri che caratterizzano i miei spostamenti, le lezioni e gli incontri che tengo, e ha voglia di contribuire a una nuova Biblioteca itinerante, l’accetto. E sono grata. Lancio il mio desiderio, e aspetto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Neofrieda e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Libri. Aut, dona accipiens

  1. londarmonica ha detto:

    Tesoro dolce, sicuramente qualche seme ti arriverà più avanti nel tempo e per i libri vedo cosa posso fare. Hai fatto bene a chiedere, vedrai che qualcosa si smuove. Ti stringo teneramente in questa tua rinascita.

  2. neofrieda79 ha detto:

    Grazie cara! Un bacio

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...