Il Giovedì del Libro di Cucina: Cucinare crudo d’inverno

Care lettrici e cari lettori, bentrovati!
Ricordo a chi mi legge che, nella Pagina dedicata al Giovedì del Libro di Cucina, trovate segnalati i testi già recensiti. Le recensioni sono state scritte da me ma anche da chi sceglie di volta in volta di partecipare, con un articolo nel proprio blog o inviandomi un pezzo via mail. Ho scelto di seguire l’ordine alfabetico per titolo, e non per autore, perché mi sembrava più agile.

Sono impaziente di condividere con voi questo meraviglioso testo, un unicum nel suo genere, almeno in italiano. Vi avverto: il tema è scottante! Ovvero, nel temibile inverno ita(g)liano, avventurarsi a introdurre raffreddanti cibi non cotti. Raffreddanti, o presunti tali? Leggete e scoprirete.

1

Riusciranno i nostri eroi a sopravvivere? Ironizzo, ma non troppo. Se da giugno in poi le bacheche dei social e le vetrine dei bar, già da qualche anno, si riempiono di succose immagini raffiguranti frutta e verdura crude, e se l’ansia della prova costume fa sostituire la pastasciutta con un’ insalatona, in parte o del tutto cruda, il connazionale medio trema al solo pensiero di andare oltre la spremuta di arancia o la mela sgranocchiata a metà mattina.

Come faremo? Elementare, Watson. Basterà affidarsi ai consigli di una vera esperta. Di colei che ha  introdotto il crudismo in Italia – e potete leggere qui la recensione della relativa bibbia. Vi parlo di Sara Cargnello, conosciuta dal popolo della rete come Miss Vanilla, che aveva regalato un’ interessante intervista ai lettori di questo blog. Sara, la testa nei libri – ha un curriculum scientifico d’eccezione e non cessa mai di arricchirlo – e le mani sempre in pasta – coniuga rigore e originalità.

Soprattutto, sfogliando queste pagine, troverete:

  • un’ esperienza di vita vissuta. Nessun copia-e-incolla, piuttosto una sintesi sapientissima di anni di studio e di sperimentazione
  • fantasia e creatività: il lettore viene preso per mano, alla scoperta degli ingredienti apparentemente più esotici e meno agili
  • attenzione al cibo sano e giusto: l’autrice ha privilegiato il km zero e si è assolutamente attenuta alla stagionalità, regalandoci ricette golose, mai scontate.

2r

 

La struttura di questa edizione tascabile, utile da tenere in borsa per momenti di studio e di piacere estemporaneo, si snoda tra una sezione introduttiva, in cui vengono snocciolati i segreti più utili (zuppa crudista calda? esiste, esiste) e vengono smontati intramontabili miti, e il ricettario vero e proprio. I piatti sono architettati con pochi ingredienti e i sapori si fondono con arte: scordatevi i papponi di tanti libri d’oltreoceano! Una chicca: ricette di formaggi vegan e di verdure latto fermentate, descritte con dovizia di particolari, e a prova di gourmet goloso ma imbranato.

Le foto, eleganti e coloratissime, completano con grazia questo gioiellino.
Ah, ragazzuoli: eccezion fatta per piselli, asparagi e fragole, o abitate nelle fasce sub tropicali del nostro Meridione, o la maggior parte di queste ricette, se davvero volete rispettare la stagionalità, va bene fino a inizio giugno. Contadina del nord est (io!) affermò senza timore di smentita.

3r

Consigliato ai neofiti del crudismo, per la chiarezza e l’efficacia; ai cultori del km zero e della sostenibilità ambientale; ai salutisti; ai buongustai curiosi; a chi mangia crudo da anni e non è mai sazio di scoperte.

I dati:

Autrice: Sara Cargnello (foto di Valentina Dalla Pria)

Titolo: Cucinare crudo d’inverno

Casa editrice: Sonda Edizioni

Anno: 2016

giovedi-del-libro-di-cucina

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’!

Ti aspettiamo!

***

Curioso della mia libreria Anobii?

Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books

Chiedi una recensione e ti sarà data!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi alla newsletter, e mandatemi i vostri feed-back!

Se vi è piaciuto questo articolo, aspetto i vostri commenti qui sotto: ditemi cosa vi ha colpito, cosa avreste fatto diversamente e cosa non risulta chiaro. Attendo con ansia di leggervi!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fermentazioni/Cibi fermentati, Formaggi cruelty-free: 100% vegetali!, Il Giovedì del Libro di Cucina, Raw Food e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il Giovedì del Libro di Cucina: Cucinare crudo d’inverno

  1. Daria ha detto:

    L’avevo intravisto su FB: bello!

    • neofrieda79 ha detto:

      E’ davvero ricchissimo e sono sicura che ai tuoi cuochi in erba piacerebbe molto 🙂 Ipazia l’ha sbandierato a scuola come ‘il libro della mamma di Iris’, nonostante abbia incontrato di persona Sara, ma non sua figlia…Questione di punti di vista! La prossima volta svuoto la cartella appena arrivata :-D, come consiglio ai bimbi

  2. MARI ha detto:

    Anch’io l’avevo adocchiato! dev’essere utilissimo per smentire il falso binomio cibo crudo=cibo freddo pertanto improponibile a gennaio! ed è diffusissima questa convinzione (vedi il mio contest: in gara c’è una sola ricetta di zuppa a crudo!!!!). Vabbè metto in lista fra i prossimi acquisti… prima di giugno!!! 😉

    • neofrieda79 ha detto:

      Come principi è utile sempre e molto ben fatto. Sappi che tra quelle fuori concorso ce n’è una cruda e che arriverà presto :-*

  3. Sara Cargnello ha detto:

    Ipazia è sempre fantastica 😀 e sarebbe una perfetta maestra per Iris che ha una adorazione per le sagge bimbe più grandi, che sanno già un sacco di cose 😀
    Grazie Anna!

    • neofrieda79 ha detto:

      Grazie a te, cara! Io pensavo di chiedere a Iris se viene un po’ a dirigere il traffico in casa: sul tema ‘ordine’ mi sarebbe utilissima! Dici che si farà corrompere :-D?

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...