L’intervista del venerdì: EticoEtica

Buongiorno, care lettrici e cari lettori!

In questi giorni di super lavoro la cucina freme e fermenta, in senso letterale; le piante lamentano la mia assenza cronica e il blog ancora di più. In compenso, mi sono impegnata a concertare tutta una serie di appuntamenti dal vivo e di interviste a realtà e professionisti assolutamente da conoscere! Ne assaggerete e leggerete delle belle!

Oggi, sono onorata di presentarvi la stupenda realtà di EticoEtica. Un ringraziamento speciale a La Pitti: è stata il delicato e tenace rampicante a effettuare la connessione, e si è prodigata per realizzare l’intervista, insieme ai membri più attivi dello staff, nonostante in vacanza!

Buongiorno al team di EticoEtica e grazie per questa intervista! Parto chiedendo di presentarvi ai nostri lettori: chi siete e di cosa vi occupate?

EticoEtica è un gruppo di persone accomunate da forte spirito animalista e comunque aperte ad ogni visuale dell’etica. Lo scopo primario è diffondere la cultura del rispetto per ogni essere vivente e invitare le persone ad essere attive e partecipi per migliorare le condizioni di vita sia degli animali non umani che degli animali umani.

image3

La vostra storia: come siete nati e come siete evoluti.

EticoEtica nasce in Alessandria nel 2008. Persone provenienti da vari fronti, accomunati dalla delusione di vedere molte realtà animaliste trasformarsi in “aziende”, decidono di unirsi per fare la loro parte in maniera concreta: senza se, senza ma, e senza vincoli. Inizialmente, facendo banchetti informativi e piccoli incontri; poi, organizzando diversi eventi: presentazioni, conferenze, cene vegan, giornate a tema. Coinvolgendo anche parte della città di Alessandria, istituzioni, associazioni sportive e di aggregazione

Già dal titolo si sente la forte connotazione che il vostro veganesimo ha scelto. Volete darci qualche spunto anche sugli aspetti salutistici ed ecologici, per completare il quadro?

Possiamo definirci un gruppo di orientamento antispecista e questa scelta viene condivisa anche nell’alimentazione: non mangiare nessun essere vivente e nessun derivato, non solo per una scelta etica ma anche per dare un esempio concreto di come ci si possa nutrire in maniera sana e rispettosa per il nostro pianeta, sempre più devastato per produrre cibo destinato a pochi.

image2

Quali iniziative concrete portate avanti per scatenare piccoli cambiamenti quotidiani?

Cambiamenti piccoli o grandi riteniamo possano avvenire principalmente in due modi: con l’informazione e con l’esempio. Per questo, periodicamente ,organizziamo conferenze, banchetti e incontri pubblici perché un giorno si possa arrivare a cambiamenti culturali che purtroppo sono i più difficili da scatenare. Naturalmente, cerchiamo di fare tutto questo nel modo più coerente possibile.

Chi fosse interessato alle nostre attività può visitare www.eticoetica.org oppure la nostra pagina Facebook.

Le cene: che significato hanno e che risposta hanno.

Ritornando a quanto detto prima le cene, i corsi di cucina e i vari momenti conviviali vegani sono da noi pensati come un valido esempio per dimostrare che un certo tipo di alimentazione non è sinonimo di privazioni, come molti pensano; anzi, il più delle volte si rivela una riscoperta di cibi e sapori nuovi o dimenticati! Molte persone che partecipano sono onnivore e sovente vengono per provare, per curiosità o perché invitati da qualche amico (qualcuno arriva molto scettico). Ci fa piacere vedere in molti di loro interessamento: prendono le ricette (che forniamo sempre) e ci fa ancor più piacere venire poi a sapere che diversi ripropongono i piatti anche a casa.

L’ostacolo maggiore che incontrate e la soddisfazione più recente.

Come dicevamo all’inizio, avendo scelto di fare attivismo concreto la difficoltà che sovente incontriamo è quella di mettere insieme volontari per un determinato evento. Purtroppo anche questo periodo di crisi non ci sta aiutando: diverse persone, da sempre attiviste, a volte si trovano a dover limitare il tempo da dedicare magari per impegni lavorativi o famigliari. Anche la grande frammentazione che negli ultimi anni ha colpito il mondo animalista di certo non aiuta; anzi, sovente intralcia.

Per fortuna arriva anche qualche soddisfazione che ci appaga, come ad esempio l’interessamento di giornali e TV locali alle nostre attività e vedere come anche nella nostra zona il vegan si stia diffondendo sempre di più un po’ ovunque dai bar, ristoranti, supermercati e persino in alcune sagre.

image1

Avete un invito da farci a breve?

Siiii, naturalmente tutti a VEGAN in MONFERRATO sabato 25 Luglio a Cuccaro – Monferrato (AL): presentazione del libro “Erbe spontanee in tavola” con show cooking di Annalisa Malerba e cena preparata dal vegan staff di Eticoetica.

Per chi vuole contribuire alla causa, cosa suggerite?

Non avere timore a fare piccoli gesti quotidiani e non pensare “che differenza posso fare io”. Anche il gesto più piccolo fa la sua differenza, se poi è fatto da molti la differenza si moltiplica.

Per chi invece può trovare interessanti le nostre attività e ha piacere di collaborare lo può fare in vario modo; anche se distante, ci contatti a info@eticoetica.org

EticoEtica è apolitica, non fa discriminazioni di razza, sesso o religioni. Non è un associazione, non rilascia tessere e non chiede quote: eventuali offerte si raccolgono solo agli eventi per coprire le spese di organizzazione.

Grazie di tutto, alla prossima!

Grazie a te per questa presentazione!
A presto!

***

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi alla newsletter, e mandatemi i vostri feed-back!

Se vi è piaciuto questo articolo, aspetto i vostri commenti qui sotto: ditemi cosa vi ha colpito, cosa avreste fatto diversamente e cosa non risulta chiaro. Attendo con ansia di leggervi!

Curioso della mia libreria Anobii?

Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books

Chiedi una recensione e ti sarà data!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intervista a.. e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...