Il Giovedì del Libro di Cucina: The Transformational Power Of Fasting

Daria ci presenta ‘I germogli nel piatto‘! Andatela a trovare.

Care lettrici e cari lettori, ecco un Giovedì del Libro un po’ particolare.
Negli ultimi tempi si sono moltiplicati a dismisura sia gli articoli scientifici che trattano di digiuno come terapia di supporto in varie patologie, o a volte come terapia vera e propria, sia i pezzi divulgativi in riviste non specializzate.

Devo dire che finora, per quanto convinta che questa pratica è assolutamente interessante e scientificamente sensata, non avevo trovato  nessun libro che mi soddisfasse. Mi ero costruita il mio personale collage, come spesso mi capita, grazie ad articoli, brani, testimonianze sparsi qui e là. L’argomento è davvero molto vasto e, per una serie di motivi, preferisco dedicarvi un post a parte. Oggi vi voglio raccontare di questo libro, che mi è stato consigliato dalla Raw Chef e donna poliedrica Simona Casadei, e che qui è diventato, almeno per ora, IL manuale del digiuno.

Molto spesso i termini ‘spirito’, ‘energia’ e la sfera semantica connessa mi fanno arricciare sdegnosamente le labbra e mi provocano una colata lavica interiore. Il senso di vuoto che trasmettono mi rattrista. Ciò non significa che io non stia cercando la mia personale via. Il mio modus vivendi, le risposte che sento finalmente come conquista mia, e non come dettate dall’abitudine e dal desiderio inconscio di piacere. La spiritualità diventa allora non chiacchiericcio inarrestabile, ma silenzioso cammino, colmo di gratitudine verso le forme di vita che incrocio. Diventa un’esigenza da soddisfare.

1

Cercavo, senza saperlo, un libro che soddisfasse la mia curiosità quanto alla fisiologia del digiuno, ma che al tempo stesso mi ricordasse di curare le mie emozioni e il mio rapporto con una sfera impalpabile ma reale. Reale perché chiaramente presente in me.

Questo testo riesce perfettamente nell’intento!
L’autore, con il tono umile ma rigoroso di chi ha trascorso una vita intera a sperimentare su se stesso, senza mai sentirsi arrivato, ci accompagna in un viaggio importante e potenzialmente spaventoso. Da un lato Buhner riprende spesso alcuni concetti, tanto da risultare, di primo acchito, ripetitivo e un po’ noioso. Ma quando il lettore inizierà a mettere in pratica, vuoi per un breve juice fasting, vuoi per un water fasting in senso stretto, si accorgerà di quanto repetita iuvant. Interessanti anche le capacità didattiche e icastiche dell’autore, che organizza i contenuti in paragrafetti agili e appetibili e spesso li sviluppa in elenchi ordinati.

La prima parte è destinata all‘aspetto spirituale. Al sottile fil rouge che lega tutte le culture tradizionali, e i riti di passaggio, alla donna e all’uomo moderni e alle proprie strategie. Il tono è agile, l’intento divulgativo. Sicuramente chi si occupa di antropologia e di etnomedicina storcerà un po’ il naso. I concetti sono ripetuti e l’obiettivo mi è parso più incuriosire che approfondire.

La seconda sezione riguarda il mondo emotivo. L’accesso al cibo cui la nostra civiltà ci ha abituato, da un lato scontato, dall’altro foriero di problemi di salute e di ingiustizie sociali e ambientali, è un importante sistema tampone per i nostri sentimenti. Il privarsene volontariamente scatena in noi una serie di reazioni a catena, più o meno impreviste.

2Digiuno

La terza parte è dedicata alla fisiologia. Rigorosa ma scritta per il grande pubblico, nel mio caso è stato un utile ripasso o, meglio ancora, un bell’esempio di come trasmettere informazioni corrette ai non addetti ai lavori. Ho trovato questo capitolo sincero e obiettivo, non sottovaluta pericolosamente né fa terrorismo spiccio, come spesso accade nei forum e gruppi dedicati all’argomento.

Una successiva sezione è dedicata alle indicazioni pratiche su come iniziare, portare avanti e soprattutto smettere un digiuno. Già, perché come Gandhi scriveva, ‘anche gli sciocchi sanno digiunare, solo i saggi sanno come smettere’.  L’autore è categorico: no al fai-da-te. Saper valutare quando c’è bisogno di affidarsi a mani esperte. I rischi della ri-alimentazione sono i più importanti.

L’ultima parte, Deepening the fast, riassume e armonizza gli spunti di tutto il libro: l’esperienza del digiuno è una rosa di vissuti ed emozioni, che comprende aspetti sia fisici sia psichici e spirituali, se tale divisione manichea ha senso. E’ un’esperienza di rinnovamento profondo, cui dedicare il giusto spazio.

Utilissime e schematiche le appendici, una dedicata a una dieta low-fat, l’altra al juice fasting.
Le note presenti in ogni capitolo sono il rimando alla bibliografia citata a fine testo. Sapete che non può mancare, se il libro mi ha davvero resa felice..

Vegan, vegetariano, onnivoro? Sicuramente la dieta proposta è vegan, detto tra le righe, a parte l’uso del miele che Buhner ritiene un importante presidio terapeutico. E’ l’unica parte del testo che non mi trova d’accordo, per motivi non tanto etici quanto biochimici. Ma sono felice di mettermi continuamente in discussione.

A chi lo consiglio? Un po’ a tutti. A chi ha già sperimentato il digiuno e a chi vorrebbe provarlo. A chi pensa che non faccia per sé, ma lo ritiene pratica interessante, e a chi ne è impaurito. Anzi, forse proprio a questi ultimi!

E voi? Avete mai sperimentato un water o un juice fasting, e quanto lunghi? Avete testi da consigliare sull’argomento?

Un arrivederci al prossimo Giovedì e, per chi mi segnala interesse, a un post sull’argomento, con la mia breve esperienza.

I dati:

Autore: Stephen Harrod Buhner

Titolo: The transformational power of fasting. The way to spiritual, physical, and emotional rejuvenation

Casa editrice: Healing Art Press

Anno: 2012, 2° edizione riveduta

giovedi-del-libro-di-cucina

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’!

Ti aspettiamo!

***

Curioso della mia libreria Anobii?

Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books

Chiedi una recensione e ti sarà data!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi alla newsletter, e mandatemi i vostri feed-back!

Se vi è piaciuto questo articolo, aspetto i vostri commenti qui sotto: ditemi cosa vi ha colpito, cosa avreste fatto diversamente e cosa non risulta chiaro. Attendo con ansia di leggervi!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Digiuno, Il Giovedì del Libro di Cucina e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il Giovedì del Libro di Cucina: The Transformational Power Of Fasting

  1. Daria ha detto:

    Ecco io sono fra quelli che non hanno mai provato… anche se la cosa mi incuriosisce soprattutto per gli aspetti emotivi e spirituali. Chissà!

  2. Mari ha detto:

    Invece io sono fra quelli spaventati…io che se non sgranocchio qualcosa ogni 2,3 orette mi sento male! 😀 scherzo…dev’essere interesantissimo e approfondire l’ argomento non mi dispiacerebbe proprio. Grazie.

    • neofrieda79 ha detto:

      A me ha dato molto. Soprattutto sul lato emotivo/relazionale, ovvero quello in cui di primo acchito non credevo di investire.

  3. Domenico Battaglia ha detto:

    ecco un altro libro da comprare e divorare…ops parla di digiuno….

  4. L’argomento mi interessa molto ma vorrei cortesemente sapere se il testo è in italiano. Grazie

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...