Il Giovedì del Libro di Cucina: Vongole felici

Aggiornamento di lunedì 1/12/2014:
qui la pagina della Casa Editrice, con le altre recensioni e alcune note;
– ricordo agli amici di Roma e dintorni che il 4 dicembre p.v. ci sarà una presentazione a cura dell’autrice, i dettagli qui. Non mancate! Il contesto è la Fiera della piccola e media editoria, presso l’Eur.

***

Bentrovati alla nostra rubrica del Giovedì!

Un dono prezioso, che ho ricevuto con stupore e gioia qualche settimana fa. E che mi ha riportato ai momenti felici trascorsi con MaVi e Stefano, prima nella loro fantasiosa dimora, poi nelle stanze che io e  bambini abbiamo abitato due anni fa.
Ipazia aveva esplorato con curiosità famelica il matristico laboratorio di Stefano, la cucina/fucina di MaVi, ricca di incanto e foriera di golosità inenarrabili, la quieta ricchezza della biblioteca/sottotetto.

Imprescindibile parlare del sito di MaVi, se vogliamo arrivare al libro. Un nome, un programma etico personale, politico, culinario e didattico: Cucina Ecozoica. Vi invito ad andarlo a visitare, in attesa dell’intervista a MaVi che sarà pubblicata qui, venerdì 5 dicembre.

Vongole felici copertina più piccola

Questo splendido tascabile non è solo un libro di cucina originale e sana. E’ un manifesto di poetica. Un manifesto di lotta politica a-partitica, ma quotidiana e tenace. Un manifesto di bioregionalismo. Non ultimo, una guida alimentare. Il manuale da tenere sempre a portata di mano, al posto delle classiche raccolte da scaffale, le une uguali alle altre, non solo nei piatti ma anche nei vecchiumi.

MaVi condensa il suo sito in un agile testo, avvincente come un romanzo, rigoroso come un manuale di fai-da-te, ricco come una vita intera di esperienze può essere.

DSCN0977 per cucina ecozoica

Dopo due interessanti sezioni introduttive, La cucina dell’era ecozoica e Mangiare ecozoico, pensate per proporre un’organizzazione dei pasti pratica ma anche ricca di ricadute in termini di salute  personale e in termini socio-economici ampi, inizia il ricettario vero e proprio.
L’autrice ha scelto di dividere per stagioni, e di guidarci alla scoperta dei doni che ogni periodo dell’anno ci propone. Le ricette sono quindi divise in sotto-sezioni: frutta apripasto, il crudo, il cotto, ricordando al lettore quale dovrebbe essere la sequenza corretta di proposta delle pietanze. Sia secondo il metodo Dextreit, di cui MaVi è stata traduttrice per professione, sia secondo le più aggiornate conoscenze scientifiche.

Dopo il ricettario stagionale, altre sezioni informative e categorie si avvicendano. Tutti i piatti sono corredati da foto in bianco e nero, con sporadici inserti a colori. Ma quasi non c’è bisogno di foto, tanto la scrittura dilata gli orizzonti e stuzzica la fantasia.

2

Troverete quindi consigli su come Stagionalizzare le ricette, troverete i piatti al Sapore di mare felice, che i lettori di Cucina ecozoica sanno come contestualizzare e di cui MaVi ci parlerà la settimana prossima, troverete le Ricette della contadina ecozoica, i Piatti etnoecozoici e i piatti base da autoprodurre, tra cui un capitolo tutto dedicato a formaggi e latticini felici.

Particolare bicchierini bandiera pace

Questo testo è imprescindibile sia per la biblioteca culinaria di chi ha deciso per una dieta plant-based, sia per chi è neofita della cucina vegan e dei concetti di bioregionalismo e di km zero, sia per chi è erbivoro da anni. La cultura enciclopedica dell’autrice e la freschezza con cui la condivide, infatti, rendono questo libro un piccolo gioiello. Non fatevelo scappare!

Aggiungo, come nota personale, che la mia adolescenza è stata tinteggiata dai libri millelire di Stampa Alternativa e che ritrovare ora, presso la stessa Casa Editrice, opere che considero pietre miliari per la persona che via via sono divenuta, è un po’ come tornare in una casa che non si abita più da anni, e ritrovarvi i piccoli lavori eseguiti..Un’emozione calda.

I dati:

Autrice: MaVi

Titolo: Vongole felici. Manuale di cucina ecozoica (vegan e crudista) ispirata alla selvaticità e ai cicli naturali

Casa editrice: Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri

Anno: 2014

giovedi-del-libro-di-cucina

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’!

Ti aspettiamo!

***

Curioso della mia libreria Anobii?

Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books

Chiedi una recensione e ti sarà data!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi, e mandatemi i vostri feed-back!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il Giovedì del Libro di Cucina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il Giovedì del Libro di Cucina: Vongole felici

  1. labalenavolante ha detto:

    Che perla hai segnalato!!! Lo bramooo!!!
    Grazie Annalisa, corro a cercarlo!

  2. broccolo&carota ha detto:

    Ah, ecco qui un altro libro da acquistare per i regali di Natale!
    Grazie Annalisa!

  3. MaVi ha detto:

    Leggo e rileggo con grande emozione: sei un’ottima giornalista ecozoica.
    Siete stati qui una presenza fugace, e noi da voi, la vita ci ha poi fatto perdere un po’ di vista per anni, ma speriamo di recuperare. Anche se gli impegni si moltiplicano a dismisura per entrambe… magari speriamo in un impegno comune prima o poi.
    Divertente la cucina-fucina, ma produco solo cose leggere! 🙂
    abbraccio ovale a te, ai bimbi, al matematico e alla mamma!
    😉
    un saluto a Balena e Broccolo

  4. neofrieda79 ha detto:

    Sento che il complimento è immeritato, ma da te lo accetto con riconoscenza. Sarei davvero tanto felice di ritrovarci, e onorata di un impegno comune! Mi ha fatto davvero ridere la tua reazione al termine ‘fucina’. Io tendo a contaminare figure femminili e lavori tradizionalmente considerati da maschi, proprio perché la Donna sa affrontare ogni problema vivendolo con particolare grazia. E vista la tua attezione a ogni particolare è uscito un ‘fucina’ foriera di ingredienti, stoviglie, fuochi..tutto ecozoico 😀

  5. Pingback: Di nuove avventure, vongole felici e una ricetta: falafel nè fritti nè al forno

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...