Il Giovedì del Libro di Cucina: Kansha

Bentrovati ai lettori del Giovedì!
La socia, dopo aver letto la recensione di giovedì scorso, mi ha segnalato questo bel testo di Elizabeth Andoh. Torniamo al Giappone, alla tradizione letta in chiave vegetariana/vegana.

Screen shot 2010-07-23 at 9.47.28 PM

Il daikon in copertina commuove!

‘Kansha’ significa ‘riconoscenza’. Indica sia la gratitudine verso i doni della Natura, sia il processo con cui l’uomo trasforma gli alimenti in cibo equilibrato, gradevole, rispondente a canoni di estetica semplice e raffinata. Attenzione all’ambiente, a non produrre rifiuti, a valorizzare una singola rondella di verdura.

L’autrice inizia con un excursus storico e sociale, sintetico e interessante. Passa poi alle ricette, divise per capitoli e intervallate da riquadri di approfondimento socio-culturale.

Le foto sono poche, formalmente composte, silenziose ed espressive al tempo stesso.
Le preparazioni presuppongono pochi ingredienti, accuratamente scelti, e sono descritte nei dettagli. C’è di che innamorarsi, almeno per me. E devo dire che tante sono replicabili, specie oggi che gli ingredienti prima considerati etnici hanno colonizzato tutti i continenti.

A voi i capitoli:

  • Riso
  • Noodles – termine che io ritengo intraducibile
  • Stocks (brodi) and Soups
  • Fresh from the Market – sezione dedicata a valorizzare le verdure
  • The well-stocked pantry – capitolo dedicato alla conservazione, per lo più tramite disidratazione. Da sogno!
  • Mostly soy: ricette di base e preparazioni elaborate, a base di soia;
  • Tsukémono – cibi salati o immersi in un liquido di marinatura, potremmo definirli ‘insalatini’ per chi conosce la macrobiotica;
  • Desserts – una mediazione tra concetto occidentale e tradizionale

A

Il testo termina con una guida alla cucina ‘Kansha’, articolata in due rassegne:

  • strumenti e tecniche
  • ingredienti

..e chiudo qui, all’urlo di ‘Datemi i semiiiiiiii!’. (Uh, se qualcuno vuole elargire!)

Insomma, mi sono innamorata di questo libro.  Consigliato ai curiosi in genere; agli adoranti il Sol Levante; a chi intona una laicissima preghiera ogni volta che manipola cibo.


Autrice:
Elizabeth Andoh
Titolo:
Kansha. Celebrating Japan’s Vegetarian & Vegan Traditions.
Casa Editrice:
Ten Speed Press
Anno:
2010

giovedi-del-libro-di-cucina

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’! Ti aspettiamo!

***

Curioso della mia libreria Anobii?

Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books

Chiedi una recensione e ti sarà data!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi, e mandatemi i vostri feed-back!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucine e ingredienti di altri Paesi, Il Giovedì del Libro di Cucina e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...