Il Giovedì del Libro di Cucina: Preserving Food without Freezing or Canning

Bentrovati a tutti!

Oggi Valentina ci fa conoscere un testo raw: ‘Good heart recipe book’! Andate a trovarla e ne leggerete delle belle!

Siamo ormai in piena estate e mi piace pensare che, nonostante la stagione pazzerella, siate intenti a gestire i doni copiosi dell’orto.

Questo testo è un classico del filone DIY ed è un bellissimo esempio di libro a più voci: nasce infatti come raccolta di testimonianze. I lettori di ‘Terre Vivante’, semplici hobbisti o piccoli produttori, certamente non tecnici. Nelle loro ricette si trova la sapienza confezionata da generazioni che se la sono tramandata, oppure sbocciata dalla curiosità individuale.

1

Non sono riuscita a trovare l’originale francese e ho dovuto acquistare la traduzione inglese. Troverete nel testo preparazioni magari a voi già note, come i pomodorini secchi sott’olio, e altre originali e gradevolissime come il ‘miele di carruba’ spiegato da una lettrice della Galilea.

2

Dopo una sezione introduttiva in cui è spiegata la gestazione dell’opera e in cui si pone particolare accento sulla sicurezza alimentare e sui nutrienti presenti nel cibo, iniziano le ricette vere e proprie, così articolate:

  • preserving in the ground or in a root cellar
  • preserving by drying
  • preserving by lactic fermentation
  • preserving in oil
  • preserving in vinegar
  • preserving with salt
  • preserving with sugar
  • sweet – and – sour preserves
  • preserving in alcohol

Segue un’appendice in cui una tabella fa balzare agli occhi il metodo migliore per conservare ciascuno  dei cibi illustrati.

3

La veste editoriale è sobra e piacevolissima, non ci sono foto ma qualche disegno in bianco e nero dai tratti essenziali. Lo consiglio a chi ha già un minimo di dimistichezza con l’argomento e a chi è alla ricerca di metodi più sostenibili per procurarsi il cibo. Ma anche ai cultori della cucina salutare: nel capitolo dedicato alla conserve dolci si fa notare che le marmellate senza zucchero non sono state inventate dai guru delle diete, ma semplicemente che lo zucchero, ultimo arrivato, è stato per secoli costosissimo e riservato ad altre preparazioni. Ancora, gli amanti del living food si diletteranno soprattutto della sezione dedicata alla latto-fermentazione.

Buona lettura!

Autore: The Gardeners & Farmers of Terre Vivante
Titolo: Preserving Food without Freezing or Canning
Casa editrice: Chelsea Green Publishing Company
Anno: 1999
Pagine: 200

giovedi-del-libro-di-cucina

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’! Ti aspettiamo!

Curioso della mia libreria Anobii? Eccone una parte: http://www.anobii.com/neofrieda79/books 
Chiedi una recensione e ti sarà data!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi, e mandatemi i vostri feed-back!

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Conservare i cibi, Il Giovedì del Libro di Cucina e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il Giovedì del Libro di Cucina: Preserving Food without Freezing or Canning

  1. daria ha detto:

    Decisamente interessante, per me che amo conservare potrebbe darmi qualche ulteriore spunto! Come sempre grazie del suggerimento.

  2. neofrieda79 ha detto:

    Grazie a te del passaggio. Infatti ti pensavo proprio 😀

  3. Interessantissimo, grazie. Tra le mie fisse la conservazione, ho un mondo da scoprire, finora tanti esperimenti, pochi riusciti, molti falliti. C’è ancora tanto tanto tanto da imparare. Oggi ci sono anch’io, con una recensione un po’ particolare di un raw vegan cookbook on-line di due giovani artisti:
    http://democratinutrition.blogspot.it/2013/07/recensioni-good-heart-recipe-book.html

    Valentina Jennifer

  4. isa mammafelice ha detto:

    Interessante davvero!!!
    Ora vado a leggere la recensione di Valentina 🙂

  5. letissia ha detto:

    Un testo davvero utile. Il capitolo che mostri sarebbe quello che leggerei per primo! Ciao e grazie!

  6. neofrieda79 ha detto:

    la latto-fermentazione dici? Quando ho tempo preparo un post 😀

  7. letissia ha detto:

    Che bello cara! E’ da un sacco che penso di fare una rubrica, chissà se mai riuscirò 🙂 magari se cominci tu… baci 🙂

  8. neofrieda79 ha detto:

    Perché pessima 😀 ? Come l’hai trovato?

    • isa mammafelice ha detto:

      Perchè sui libri la mia decrescita va a farsi benedire 😛
      L’ho appena cominciato, sono solo all’introduzione, ma sembra interessante!

      • neofrieda79 ha detto:

        Dillo a me..credo siano vent’anni che non mi compro un vestito. Ma mi sa che non riuscirò mai a stare vent’anni senza investire in libri 😉

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...