Il Veganesimo a scuola: l’esperienza di Gardone Riviera

Chi lavora nella scuola e chi è genitore ben conosce la difficoltà non solo della pratica vegan – ottenere un pasto cruelty-free, ma anche le resistenze al dialogo.
Del resto, l’inerzia del sistema educativo si spalma a trecentosessanta gradi: in generale, si tratta della difficoltà che un “esterno” trova nell’accedere per poter tenere una lezione ai ragazzi sui più svariati argomenti.

Sarebbe lunga raccontare la mia esperienza come madre, e non è il momento. Ma mi sono ripromessa di tornarci, specie ora che stanno sbocciando tante belle iniziative come questa. Tanti di noi potrebbero rendersi utili, pensateci!

Oggi voglio però raccontarvi di un progetto già realizzato, grazie alla tenacia e alla fatica di Simona, una meravigliosa docente, alla disponibilità dell’Istituto dove lavora  e all’impegno di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. Perché sia di buon auspicio a questo bellissimo programma.

IMG_7666

Farinata ripiena

La Prof.ssa Simona Migliavacca, docente di Economia, ha proposto un percorso didattico a tema responsabilità d’impresa. Qui potete trovare la descrizione dettagliata. Ha quindi pensato di coinvolgere Scienza Vegetariana attraverso la Dr.ssa Fasan, che tante mamme conoscono per il suo titanico lavoro presso l’Ambulatorio per bimbi vegetariani e vegani di Verona. La Dr.ssa Fasan ha illustrato i benefici della scelta 100% vegetale e al suo intervento si è unita la pratica sul campo: in cucina!

IMG_7663

Hummus

Ho avuto l’onore di poter accompagnare i ragazzi nella preparazione di un pranzo interamente vegan, con portate che sono dei ‘classici’ per noi erbivori. Chi è interessato può scaricare il menù qui.

IMG_7667

Simona è stata paziente e infaticabile nell’interfacciarsi con la complessa gestione della dispensa scolastica – gli ordini devono passare attraverso la necessaria burocrazia – e si è perfino prestata a preparare la parte di ricette che andava predisposta in anticipo!

Questo il Menù proposto:

  • Antipasto: mayo con verdure crude, hummus
  • Primo – lasagne al forno
  • Secondo – farinata ripiena, fagottini con ‘formaggio’ crudista di pinoli
  • Contorno – bocconcini di purées variopinte
  • Dolce – panna cotta con salsa ai frutti di bosco
IMG_7665

Le quenelles

L’Istituto, sia come personale docente e non docente, sia nella figura del Dirigente, è stato assolutamente accogliente e spero di aver destato un po’ di curiosità. Avevo con me l’onnipresente Silvano, che dormicchiava e curiosava nel mei tai. E ogni tanto si serviva, ma la giacca serve anche a regalare un po’ di discrezione..I ragazzi si sono dimostrati interessati soprattutto all’aspetto genitoriale: vedendomi con il piccolo, e saputo che ho un’altra figlia di 4 anni, mi hanno tempestata di domande riguardo la loro alimentazione e riguardo la mia scelta vegan, se per i bambini fosse davvero una proposta o piuttosto un’imposizione.

IMG_7660

Il dessert

Il percorso didattico si è concluso con un pranzo vegan, proposto dalle classi coinvolte al personale docente. Trovate tutto nel pdf organizzato da Simona.

E voi, che ne dite? Come far prendere in considerazione la scelta cruelty-free nella scuola?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Antipasti, Aperitivi e finger food, Attivismo, Dolci al cucchiaio, Primi piatti al forno, Salse. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Il Veganesimo a scuola: l’esperienza di Gardone Riviera

  1. Daria ha detto:

    Beh… che dire un’esperienza davvero bella e stimolante! Secondo me resterà in mente in qualche modo ai ragazzi che l’hanno vissuta, fisse anche solo per la particolarità della giornata! Come sai con la scuola materna di Alice non se ne viene fuori… non sono proprio in grado di concepire un menù equilibrato e decente neanche onnivoro, figurarsi vegano… poi il continuo cambio di referenti in commissione non giova a tutto ciò… appena si riesce a fare un passo in avanti, si devce ripartire da capo perchè cambiano le nutrizioniste o il referente per i genitori. L’anno prossimo non ho ancora deciso come gestirò la cosa…

  2. ravanellocurioso ha detto:

    meraviglioso! semplicente meraviglioso!

  3. priscilla lleone ha detto:

    complimenti che bella sorpresa sapere che c’è vicino a me una esperienza del genere!!
    vi ammiro molto, spero di incontrarvi e di poter aver uno dei vostri ragazzii a lavorare, siamo anche vicini, ho a Villanuova una cucina e prepariamo pasti biovegetariani e vegani per le scuole !!
    http://www.mensanabio.it
    a presto
    priscilla leone

  4. ah se pure qui da noi quest argomento è ostico! progetto molto importante questo. non riesco a capire come muovermi all’interno della mia realtà … se avessi letto prima questo post ne avremmo magari parlato ieri!!!! di sicuro lo segno tra i mille argomenti da sviscerare al prossimo incontro! 😉
    un abbraccio!

  5. CescaQB ha detto:

    Queste notizie mettono veramente gioia 🙂

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...