Il Giovedì del Libro di Cucina: Prodotti Naturali dalla A alla Z

Buon giovedì a tutti! Manca un mese a primavera, eppure domenica scorsa, verso le 18, ho sentito cantare un uccellino con melodia tale da farmi sentire vicino l’equinozio..

Vogliamo cambiare alimentazione? E’ il momento giusto! L’inverno sta finendo ed è tempo di rinnovarsi.

prodotti-naturali-dalla-a-alla-z_28287

Il testo di cui vi parlo è una piccola enciclopedia tascabile, dedicata agli alimenti, quasi tutti di origine vegetale, che non dovrebbero mai mancare o che sono un utile variante nella tavola quotidiana. E che per i più sono ancora avvolti, ahimé, da un’aura di mistero. Vuoi per la scarsa educazione alimentare ricevuta dagli adulti della mia generazione e di quella precedente, vuoi per i prezzi che – più o meno giustificatamente – sono più elevati. O almeno, credo questa sia la lettura dall’esterno.

Se già cucinate macrobiotico, o raw, o anche semplicemente vegano/vegetariano/onnivoro bilanciato, questo testo non vi servirà o non più di tanto. Passa in rassegna tutta una serie di alimenti e dà suggestioni sul loro uso, in modo più o meno pratico ma sicuramente sbrigativo. Si tratta quindi di un primo approccio, per chi sceglie di variare la propria cucina e di renderla più salutare ma si trova un po’ spaesato di fronti agli scaffali del negozio bio.

Per essere chiari: si tratta di un testo scritto da un commerciante, il titolare di questo sito. L’esercizio commerciale offre sicuramente una vastissima gamma di prodotti, anche difficilmente reperibili. E questo è il pregio. Tutto dichiarato ‘bio’ o ‘naturale’. Ovviamente è un bio industriale e quanto alla tracciabilità non ho mai trovato nulla in etichetta – non parlo delle marche proposte, parlo degli alimenti con la scritta ‘TiBioNa’ appiccicata. Infatti, se mi capiterà di effettuare acquisti da loro in futuro, non mancherò di chiedere delucidazioni. Della questione ‘etichette’ però parlerò in un successivo post, non voglio allargare troppo questo e andare..fuori recensione! Tra l’altro il sito ha il chiaro intento di coinvolgere una clientela quanto più vasta possibile, andate e vedrete. Mi riferisco ai necessari artifici d’immagine. Credo di avervi tolto i dubbi che percepisco benefit da qualcuno, vero? Come ho già detto, se posso guardo in faccia il produttore. Se non posso, o sto senza o vado anch’io di biologico – GDO. Se sono in bolletta, di GDO e basta. Le ultime due soluzioni sono dovute al non abitare da sola, quindi alla necessità di mediare le scelte.

I contenuti: diversi, più ragionati in termini di divulgazione rispetto al sito di cui sopra. Meno informazioni e meno tecnicismi nel testo cartaceo. Le tabelle nutrizionali stesse del libro contengono solo l’indicazione dei macronutrienti, nel portale ci sono altre voci.

Dopo una Prefazione e un’Introduzione, che un vegan apprezzerà fino a un certo punto, inizia la Parte 1. Sono passati in rassegna diversi gruppi di alimenti:

  • Aceti e acidulati
  • Alghe
  • Addensanti
  • Frutta a guscio
  • Legumi
  • ….
  • Semi oleosi
  • Varie

Per ognuno, dopo una colonnina introduttiva, vengono scelti alcuni esempi, la cui trattazione si sviluppa in

  1. Descrizione
  2. Modalità d’uso
  3. Caratteristiche nutrizionali
  4. Valori nutrizionali

Prodotti non vegan descritti: il dashi – i vari mieli.

La Parte 2, in una quindicina di pagine, propone una serie di ricettine tra primi/secondi e dolci. Si contempla l’uso del pesce e delle uova, in due preparazioni distinte. Personalmente non mi entusiasma l’uso della margarina vegetale, per quanto ‘non idrogenata-bio’. Leggasi olio di palma ed è solo il primo motivo per aborrirla.

La Bibliografia è totalmente assente. Sapete che è uno dei miei metri di giudizio :-). Se è ampia, tanto meglio! Le si dedicano pagine. Ne ho discusso con una specialista della materia e ora sostengo la mia posizione meno timidamente.

Nota da eu-formazione professionale: Aldo! Il kamut citato come cereale a sé, è la farina pure? Capisco che la gente ancora lo compra, ma messa così è un insulto agli agricoltori passati, presenti e futuri..

Dati:

Titolo: Prodotti naturali dalla A alla Z

Autore: Aldo Bongiovanni

Editore: Tecniche Nuove Edizioni

Data pubblicazione: Ottobre 2009

Pagine: 133

L’iniziativa del Giovedì vuol essere anche un cammino condiviso con il gruppo Facebook ‘Genitori Veg’. Io e le amministratrici riteniamo infatti che la recensione di testi di cucina e/o di nutrizione possa interessare ai genitori che nel gruppo chiedono e portano consigli, referenze e confronto.

Unisciti anche tu a ‘Il Giovedì del libro di cucina’! Ti aspettiamo!

Altre chiacchiere? Venite ad animare la pagina Fb di Passato tra le mani! Vi aspetto!

E per chi vuole le ricette direttamente in casella di posta, menù nella colonna di destra! Iscrivetevi, e mandatemi i vostri feed-back!

Leggete anche:

Marta di Sapore di Mamma che ci presenta ‘Vegan Food Gifts’

Elena di Passo Lento con Succhi, Frappé & Frullati

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Il Giovedì del Libro di Cucina, Nutrizione. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il Giovedì del Libro di Cucina: Prodotti Naturali dalla A alla Z

  1. Marta Martina ha detto:

    Ciao, ci sono anch’io in questo giovedì con un libro in inglese completamente vegan che parla di ricette e regalini 🙂
    http://saporedimamma.wordpress.com/2013/02/21/il-giovedi-del-libro-di-cucina-vegan-food-gifts/

    Il tuo non ce l’ho, dovrei cercarlo in quelche biblioteca o riuscire a sfogliarlo in libreria per farmi un’idea se mi può andar bene…ma comunque mi sembra anche un bel libro da regalare a chi si sta avvicinanado ad un’alimentazione più sana..

    Un abbraccio carissima…qui fiocchi di neve scendono a meraviglia…la primavera qui si fa ancora aspettare 🙂

    Ciao ciao
    Marta

  2. elenadir ha detto:

    Arrivo anche io a lasciare un librettino, ma non volevo mancare ancora.
    http://passolento.wordpress.com/2013/02/21/il-giovedi-del-libro-di-cucina-succhi-frappe-e-frullati/
    Per la primavera mi sà che dovremo aspettare ancora, anche se sabato scorso era così tiepido che abbiamo mangiato fuori … adesso ha cominciato a fioccare, piccoli fiocchi che cadono come la farina dal setaccio.

  3. Felicia ha detto:

    Conosco questo libro… mi ha aiutato a fare i primi passi con alimenti nuovi, un libro prezioso, come affermi utile per iniziare a famigliarizzare con alimenti ed ingredienti nuovi….. adoro la tua rubrica!!!! un bacione 🙂

    • neofrieda79 ha detto:

      ..io adoro svegliarmi in contemporanea alle tue meravigliose ricette..sai cosa intendo, vero ;-)? Quindi anche tu progetti il 9? Sappimi dire 😀

      • Felicia ha detto:

        Ho qualche giorno di ferie proprio in quel periodo dal 8 all’11 e pensavamo di venire a Ferrara. La scusa è la manifestazione, ma era l’occasione perfetta per rivederti, baciare Ipazia e conoscere Silo nonchè il tuo meraviglio consorte… ma non solo posso incontrare la cucina della Capra, Daria e…. chissa!!! Cosa ne dici, ho un unico problema e mi serve una tua conferma Frida può venire? Un bacione 🙂

  4. neofrieda79 ha detto:

    Per Frida non c’è problema! Se riesco oggi ti chiamo 🙂 Bacione

  5. Barbara ha detto:

    no dico, devo darmi una svegliata, decisamente. questo l’ho letto anche io e mi era piaciuto. come Feli mi ha aiutata molto nei “primi passi”. Ne sto leggendo qualcuno, ma sono un po’ assente da internet per cui conto di esserci tra pochissimo.
    Un abbraccione Anna.

  6. neveverde ha detto:

    questo ce l’ho, adoro questa casa editrice..
    un abbraccio

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...