Raccolta: tutto sulla mia Madre!

Buon sabato a tutti!

Spero abbiate cucinato piatti deliziosi, piatti veloci, piatti appassionati per questa settimana di abolizione della carne. C’è tempo fino a domani notte per raccontarvi, vi aspetto! E intanto deliziatevi con i golosi contributi di chi ha già partecipato.

Come tanti di voi sanno, sabato 2 festeggeremo il Pasta Madre Day. Trovate qui l’elenco degli eventi. Io purtroppo non sono riuscita a organizzare un momento di spaccio perché quel giorno si sovrappongono troppe iniziative. Chi desidera può contattarmi, come potete immaginare dal logo nella colonna di destra.

Vorrei però dare un piccolo contributo virtuale, con il vostro aiuto. Un pdf con esperienze quotidiane di tutti noi.
In rete si trovano tantissime indicazioni su come operare i rinfreschi, i rinforzi, su come impastare per un pane ‘base’, ovvero un pane comune di varia foggia, pezzatura e ‘tecnica’. Ognuno poi declina a modo suo.

Madre

Chi desidera può raccontare la propria Pasta Madre a un ipotetico nuovo custode. Ogni volta mi sento giustamente chiedere: ‘e adesso che faccio’?

Le regole per partecipare alla Raccolta, che parafrasa scherzosamente Almodovar:

  • la raccolta inizia domani, domenica 27 gennaio, a mezzanotte e termina venerdì 1 febbraio alle 23.59
  • può partecipare sia chi ha un blog, sia chi non ce l’ha
  • chi partecipa è invitato a scrivere un breve articoletto sulla propria Pasta Madre. Può essere un accenno alla storia della stessa, la tecnica del rinfresco, del rinforzo, i trucchi del mestiere, un pane di base o un pane particolare che amiamo fare, un impasto per pizza o per dolce o per qualsiasi prodotto da forno e non da forno. Concentriamoci comunque sulla tecnica, doniamo i nostri segreti ai neofiti 🙂 incluso il tipo di farina, il mulino..Sono certa che saremo obiettivi e che non giocheremo a fare i pubblicitari. Van bene anche riferimenti bibliografici o a siti/forum.
  • chi ha un blog potrebbe scrivere un articolo e linkarlo qui sotto. Se desidera, può inserire il banner di ‘Tutto su mia madre’ nell’articolo e/o nella colonna dei Contest/raccolte.
  • chi non ha un blog può inviarmi il contributo via mail ad annalisa.malerba@gmail.com e provvederò a inserirlo nel pdf finale.
  • vi chiedo cortesemente, tra i pani ‘speciali’ o tra le preparazioni affini al pane, di usare solo ingredienti 100% vegetali. Questo blog riconosce nella cucina vegan il modello di sostenibilità che intende vivere ogni giorno.

Se l’iniziativa vi piace, divulgatela!

                   VI ASPETTO

Ci presentano la loro Madre:

Daria di Gocce d’Aria con La Gilda

Ravanello Curioso con Persefone

Elisabetta di NeuroPepe con Tosca

Cì di Il mondo di Cì con Cassandra

Sara con Isotta (contributo via mail)

Tamara con la sua Madre (contributo via mail)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pane &..Pasta Madre, Raccolte. Contrassegna il permalink.

19 risposte a Raccolta: tutto sulla mia Madre!

  1. Daria ha detto:

    Insomma ogni settimana te ne inventi una! Logico che partecipo, non occorre neanche che me lo chiedi! A presto allora!

  2. paneepomodoro ha detto:

    Bellissima iniziativa! Proverò anche io a partecipare nonostante il poco tempo! L’unica cosa, ehm, dovresti riguardare la data di scadenza!

  3. Pingback: Il Giovedì del Libro di cucina: ‘Solo Crudo’ « Passato tra le mani

  4. Pingback: Polpette ai funghi « Passato tra le mani

  5. Ciao, io non ho la pasta madre ma leggerò per capire se la posso usare una v ogni due settimane. Credo di no ma per ragioni dietetiche (un po’ cresce la panza, un po’ per non riempirci del meraviglioso carboidrato) consumiamo poco pane e pizze varie quindi come mantenerla fresca e viva? A presto Ciao!

  6. Anna & Ipa&Silo ha detto:

    Ciao Giorgia! Assolutamente sì, basta che al momento di riporla per la successiva volta tu la nutra con un bel po’ di farina. Poi, al momento di panificare, magari la lavorerai una volta in più per farle riprendere attività. Certo, più la si usa e meglio sta. Puoi optare per una pasta madre portata via via al 100% farro, che a molti risulta meno fastidioso del frumento – uso termini non medici volutamente. Oppure puoi scegliere di produrti ex-novo una pasta fermentata a partire da un cereale senza glutine. Non credo di averne postati, ma ho compiuto spesso esperimenti per qualche celiaco o intollerante che mi chiedeva. Certo, è molto diverso dall’idea di pane dei nostri libretti d’infanzia 😉
    Comunque dipende da quanti siete in famiglia, già se ti prepari pane per una settimana, una fettina al mattino e basta, e pizza secondo me ogni 7 giorni ci metteresti mano.
    Se vuoi altri dettagli chiedi pure, sono qui!
    Oltre alla mia esperienza, la base sono i testi tecnici e amatoriali che mi sono letta e i corsi che ho frequentato.

  7. Pingback: “Voi m’ avete renduto pan per focaccia”. Con pesto di olive nere e fagioli cannellini. « ravanellocurioso

  8. partecipo anch’io!!!
    http://neuro-pepe.blogspot.it/2013/02/buon-pasta-madre-day.html
    bellissima iniziativa e bellissimo il tuo blog!
    a presto

  9. patrizia ha detto:

    non riesco ad avere la ricetta per fare la pasta madre come si deve

    • neofrieda79 ha detto:

      Ciao Patrizia, benvenuta! Sto lavorando a un pdf che raccoglierà le esperienze di chi ha voluto mettere a disposizione, presto lo renderò disponibile. Ti consiglio anche di provare a cercare ‘spacciatori’ nella tua zona, vedi il logo nella colonna di destra. A presto!

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...