Il Giovedì del Libro di cucina: ‘Solo Crudo’

Alzi la mano chi, tra i veg* italiani e meglio ancora tra i crudisti o i simpatizzanti, non conosce questo testo.

E’ stato il mio primo libro di crudismo, ed è stato il primo scritto in italiano. Non a caso per Macrolibrarsi edizioni, che è un po’ il gigante dell’alternativo nostrano.

Se il sottotitolo vi spaventa un po’: ‘Cucina Naturale. Il libro del Raw Food, la vera cucina integrale’, rassicuratevi: gli autori sono integri e amanti dell’integrale, ma certo non integralisti.

raw_food_crudo

Il testo inizia in modo poco filosofico e molto operativo, con un approccio che ritengo utile e stimolante: si introducono brevemente il crudismo e le correnti che lo han preceduto, per passare poi alla pianificazione di un percorso, per tappe, all’organizzazione della dispensa e a tutto quanto può interessare la quotidianità.

C’è poi una parte di taglio scientifico divulgativo che riprende i concetti della sana alimentazione vegan e i miti stanchi di chi ricorda male i manuali di biochimica, confondendo pregiudizi con scienza.

A circa metà libro iniziamo a trovare le ricette. Tutte molto ricche di ingredienti, ma semplici e invoglianti. I piatti vengono divisi per categoria, così da non mettere in crisi le consuetudini che ci vogliono a tutti i costi far inquadrare in un primo piatto, uno snack ecc..E poi c’è una ricchissima sezione dedicata ai piatti stranieri. Per un vegan, han ben poco di strano! Ma sottoscrivo l’approccio rassicurante di Sara e Stefano.

Si termina con una sezione di dolci agili e goduriosi, ottimi per il neofita.

Chi pensa al libro di ricette patinato, con preparazioni assaporate prima di tutto con gli occhi, perché proposte da foto magnifiche, lasci perdere..Questo testo vuol essere un manuale agile, una guida quotidiana. Le poche foto sono al centro e non aggiungono niente all’entusiasmo che deriva dalle pagine.

A chi lo consiglio: a chi è già vegan e ancora non ha avuto approccio al crudismo; a chi segue una dieta con prodotti animali ma è curioso dell’approccio erbivoro e del raw food.

A chi lo consiglio per donarlo ad altri: a chi è vegan da anni e ha già basi molto solide in alimentazione, e/o ha già sperimentato il crudismo. A chi è già raw in buona percentuale, o integralmente. Il testo è fatto bene ma si tratta di concetti e preparazioni che potreste ritenere ridondanti: perché non usarlo per raccontare ad altri la nostra cucina? Tra l’altro sul versante antispecismo/denuncia della sofferenza animale non dovete temere foto o racconti inquietanti, si tratta un libro che parla di cucina e di salute. Che l’etica faccia da sfondo, è un altro discorso!

I dati:

Solo Crudo. Cucina naturale integrale. Il libro del Raw Food, la vera cucina integrale.

Autori: Sara Cargnello, Stefano Momenté
Editore: Macro Edizioni, Cesena
Pagine: 130
Anno: 2007; VI ristampa 2011

ASPETTO I VOSTRI SUGGERIMENTI PER IL ‘GIOVEDÌ DEL LIBRO DI CUCINA’!

Questa recensione partecipa infatti all’appuntamento settimanale di cui potete leggere nella Pagina dedicata. I contributi verranno segnalati nell’articolo dedicato, ogni giovedì.

Banner

HANNO CONDIVISO LE LORO LETTURE:

Marta di Sapore di Mamma, con ‘La mia cucina con le piante selvatiche’

Daria di Gocce d’Aria, con ‘Facciamo il pane’

Elena di Passo lento con ‘Perché essere (quasi) vegetariani’

La Capra di La Cucina della Capra con Vegetariano Gourmand

Vuoi ricevere gli articoli via mail? Iscriviti nel menù di destra!

Altre chiacchiere in compagnia? Visita la pagina Fb!

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Il Giovedì del Libro di Cucina, Raw Food e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Il Giovedì del Libro di cucina: ‘Solo Crudo’

  1. Marta Martina ha detto:

    Stavo proprio pensando che oggi è giovedì ^-^e c’è il giovedì del libro di cucina ^-^
    Anch’io ho il libro che presenti, mi sono avvicinata grazie a Sara al crudismo al suo blog e poi al libro^-^ Ai tempi ne avevo ordinati due e poco tempo fa uno l’ho regalato ad una mia amica… ora vado a scegliere un libro da presentare.
    Buona giornata

  2. Anna & Ipa&Silo ha detto:

    Grazie della tua testimonianza, cara Marta! Del resto sono sicura che se tu raccontassi ‘Solo Crudo’ lo faresti in modo totalmente diverso da me, sotto un’altra angolazione! Un abbraccio!

  3. Marta Martina ha detto:

    Eccomi, ho pubblicato la mia presentazione, questa volta si parla di erbe selvatiche

    http://saporedimamma.wordpress.com/2013/01/24/il-giovedi-del-libro-di-cucina-la-mia-cucina-con-le-piante-selvatiche/

    Ma sai quando ho pensato che era giovedì mi sono subito venuti in mente di presentare i libri di Stefano e Sara (quello vegan, quello sul seitan e quello che hai presentato tu…)ma ci saranno altri giovedì e sicuramente li presenterò più che volentieri…
    Un’abbraccio carissima
    ^-^

    • Anna & Ipa&Silo ha detto:

      Adoro il testo che hai saputo raccontare così bene! C’è in una delle biblioteche di Ferrara e almeno 2-3 volte l’anno lo prendo in prestito! Vado ad aggiungerti 🙂
      Grazie infinite, cara Marta!

  4. Pingback: Il giovedì del libro di cucina ” La mia cucina con le piante selvatiche” « Sapore di Mamma

  5. Daria ha detto:

    E invece io non l’ho letto… devo rimediare! Ti lascio il mio contributo, che per vista la mia passione per il pane e a una settimana dal Pasta Madre Day non poteva che essere il libro “Facciamo il pane” di Annalisa De Luca: http://www.goccedaria.it/item/facciamo-il-pane-2.html

    • Anna & Ipa&Silo ha detto:

      Grazie, cara Daria! Ho amato tantissimo anch’io quel testo, ottima idea specie in questo periodo così ricco..di fermenti!
      Penso che ti potrebbe proprio piacere ‘La mia cucina con le erbe spontanee’, preciso e raffinato.

  6. ilmondodici ha detto:

    Eccomi: rea confessa, non lo conoscevo! Lo tengo però presente per un regalo a questo punto.
    Sappi anche che uno dei due libri comprati questa estate era proprio sul tema “raw”. Prometto che un giorno ne parlo e partecipo al GdLdC!
    Per contribuire a questa tua bella iniziativa (anzi a tutte e due) comunque, nel mio post di oggi ti ho menzionata 🙂 baci!

  7. Pingback: Il giovedì del libro di cucina: Perché essere quasi vegetariani | Passo lento

  8. elenadir ha detto:

    Io invece suggerisco una “mia” pietra miliare, http://passolento.wordpress.com/2013/01/24/il-giovedi-del-libro-di-cucina-perche-essere-quasi-vegetariani/

    Solo crudo, è nella lista dei desideri 🙂

  9. paneepomodoro ha detto:

    Ciao, io non sono vegetariana, ma dopo aver letto il libro di Foer “Se niente importa”, sono rimasta molto colpita e sto cercando di ridurre drasticamente il consumo di carne anche se per una mamma come me, con tre figli, non è facile perchè è una scelta che dovrei fare io per tutta la famiglia. Comunque sia, mi piacerebbe leggere qualche libro dove si consiglia come cominciare. Hai suggerimenti?

  10. Anna & Ipa&Silo ha detto:

    Ciao cara, capisco benissimo le difficoltà. Ne incontro tante io, che pure sono erbivora dal 1994..La danza a sei dev’essere difficillima!
    Prima di tutto, se il testo di Foer ti ha incuriosita e toccata, il passo più grande è fatto: lasciarsi com-muovere, alla latina.
    Non mi sembra che tu sia alla ricerca di ulteriori testi che possano rafforzare la tua scelta dal punto di vista scientifico-filosofico ma di ricette operative.
    Ognuno ha un proprio approccio ed è difficile dare consigli..ti direi di valutare, se vai in una libreria ben fornita, i vari testi di cucina vegetariana/vegana e annusare quali ti ispirano di più. Intanto puoi seguire i suggerimenti che verranno proposti in questo spazietto virtuale, nonché le ricette dei bravissimi blogger che spesso pubblicano preparazioni adatte al quotidiano, non solo alle grande occasioni. E io per prima dovrei dedicarmi.
    Io personalmente trovo ottimi, per l’introduzione molto ricca e per il grosso numero di ricette, i testi delle edizioni Sonda: La cucina etica (vedi banner del Giovedì del Libro!), la cucina etica facile, la cucina diet_etica, la cucina etica per mamma e bambino, la cucina etica dolce.
    C’è chi ha amato molto ‘la dieta di eva’, che introduce a un approccio in buona parte crudista ma media col cotto. Quest’ultimo testo ha un approccio molto stile coaching, ma per alcuni forse è un salto troppo importante.
    Sul sito di VeganHome trovi scaricabile un testo in pdf, aggiornato costantemente e per chi desidera anche cartaceo, con ricettine semplici semplici scritte dagli utenti.

    Io ti consiglio prima di tutto di partire dalla vostra dieta: potrebbe essere utile cercare, in fase iniziale, sostituti della carne/formaggio? Potresti assaggiarli e imparare ad autoprodurli.
    Consumate già molta frutta e verdure, cruda e cotta? Mangiate già cereali integrali?
    Ho presente il tuo blog, ma mi rendo conto che non sempre la dieta della famiglia è quella fotografata negli splendidi spaccati che doniamo agli altri..
    Io sono ammirata della tua cucina e penso che non avrai difficoltà a saper mediare.

    Per darti consigli un po’ più mirati raccontaci delle vostre giornate tipo!

    aspetto di sentirti, grazie del tuo post che mi fa molto piacere.

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...