Mayo di riso

..ovvero come ottenere una maionese vegan senza usare la soia.

Ovvero un compleanno per i 4 anni e tanti piccoli invitati.

O ancora una visita speciale che data 18 ottobre, e una dedica a una donna meravigliosa.

Ma andiamo con ordine!

IMG_6751

Il 5 dicembre 2008 nasceva Ipazia, la mia primogenita. Per i 4 anni ho deciso di invitare tutti i compagnetti di scuola dell’infanzia. Non mi sembrava bello selezionare un’élite. Non conosco nessuno, non avrei avuto nemmeno criteri per accontentare i miei famigliari, che si lagnavano del poco spazio. E comunque ci ha ospitato la Nonna.

Come ahimé mi aspettavo hanno risposto in pochissimi, sono venuti 4 su più di 50. Però il clima, per essere in Veneto e tra persone estranee (codifica non mia, ma codifica da NordEst: iè foresti!) è stato piacevole e rilassato, sono stata felice! Hanno pensato poi altri canali a procurare un bel pienone di gente.

Tra le proposte del menù:

  • frutta fresca e secca
  • spiedini di frutta
  • gallette di farro con mayo di riso*
  • tartine* con paté* di olive nere calabre
  • pizzette con Pasta Madre, bianche e al pomodoro*
  • gallette di riso con crema al cioccolato*
  • caldarroste* di marroni campani
  • popcorn*
  • torta sacher*
  • mosto d’uva grezzo*
  • spumante per bimbi*
  • centrifugati di frutta

*da autoproduzione 😉

Non mi aspettavo tutto questo successo per popcorn, peraltro senza olio e con pochissimo sale, spumante e caldarroste!

IMG_6763

La dritta per il mais scoppiettante da chi sarà venuta? Non gliel’avevo mai proposto, pur essendo una delle mie storiche ricette salva-serate. Piacciono, anche senza olio o grassi peggiori, fanno festa e sono salutari! Se a qualcuno interessa, di prossima pubblicazione un post sull’argomento. Fatemi sapere!

La torta di compleanno, sempre su gentile richiesta, era la solita Sacher supercollaudata, con farina integrale e malto di mais. Trovate la ricetta nella sezione ‘Materiale scaricabile’, in alto a destra. Per l’esattezza, in questo pdf. Ancora una volta ha superato il test Onnivori!

La forma a castello è dovuta all’assembramento di vari stampi.

IMG_6750

Se interessa una crema al cioccolato a base cerealicola, ibrido hot-raw, la posterò nei prossimi giorni.

Il bello dell’autoproduzione? Il sacco che vedete sotto al tavolo si è riempito solo di materiale lavabile. La scottex ha fatto un secondo giro in cucina, per aiutare nelle pulizie. Ed è solo una delle tante soddisfazioni dell’home-made. Semplifico per mancanza di tempo, ma so che completerete in automatico la rassegna.

Dicevamo della maionese di riso. Non volendo usare soya, causa dieta rigorosa di un paio di invitati, mi sono ricordata di un tubetto comparso in casa anni fa per lo spirito esplorativo del Papà Orsetto. Non vi so dire quanto è gradevole il prodotto perché non credo di averla assaggiata. Gli ingredienti sembrano soddisfacenti, tenuto conto che sono da agricoltura biologica: Olio di semi di girasole 51%, acqua, senape, farina di riso 3,5%, aceto di vino bianco, aceto di mele, zucchero grezzo di canna, sale marino, succo di limone, addensante: gomma di xanthan, curcuma.

17386

Fonte: comprotuttobio.com

Sul sito di Gautschi, il produttore svizzero, trovate che l’olio è deodorato, ed è una scelta che capisco. Io però ho optato per olio extravergine. Suppongo che la farina di riso fosse da riso bianco, visto che a memoria ricordo la salsa piuttosto chiara. Interessante anche notare che sul sito svizzero la confezione è in vasi di vetro, mentre su siti italiani trovo solo tubetti. A occhio, l’impatto sull’ambiente è diverso. Coscienza collettiva differente e ottima conoscenza di tale differenza da parte dell’industria? Mi ha sempre affascinata notare come lo stesso brand propone prodotti e packaging diversi in diversi Paesi, e come varia la qualità della materie prime impiegate. Ma non vorrei divagare troppo.

detail_biomayonnaise

Fonte: sito del produttore

La versione di Neofrieda:

Ingredienti:
Olio ev, 4 cucchiai
Acqua, 4 cucchiai
Riso integrale, 2 cucchiai
Tahin chiaro, un cucchiaino
Malto d’orzo, 1/2 cucchiaino
Agro di riso, 1/2 cucchiaino
Aceto di vino o succo di limone, 1/2 cucchiaino (facoltativo)
Miso di miglio e ceci, una puntina
Senape in pasta, una puntina
Curcuma, una puntina

Mayo

La foto rende poca giustizia alla cremosità..

Procedimento:
ridurre in farina il riso, facendo attenzione a setacciare i grumi e rilavorarli. La tappa limitante della ricetta è questa!
Tenere a bagno con l’acqua, in cui si sia sciolto il malto, per 4-5 ore in luogo fresco. Se volete un colore e un sapore meno accentuati, scegliete malto di riso o altri tipi di dolcificante derivati dai cereali, meno integralisti 🙂
Mettete sul fuoco, portate a ebollizione, mettete al minimo e cuocete 5′. Attenzione, il volume di acqua di partenza dev’essere tra le 2 e le 3 volte quello del riso. Non è imprecisione, dipende dalla qualità del riso, dalla lavorazione che ha subito, dalla sua età e dalla macinatura..Eventualmente tenete acqua bollente a portata, come tutti i cuochi fanno, a parte quelli raw 😛
Lasciate intiepidire e unite prima la tahini e poi l’olio a filo, montando con un minipimer. Potete scegliere un prodotto meno grasso – io credo di aver unito in tutto 2 cucchiai ed era già molto gradevole – o continuare a versare olio finché vedete che si incorpora bene.

Terminate con i restanti ingredienti e, quanto è fredda, ponete in frigorifero per far addensare. Potete aggiustare gli aromi a vostro piacimento, io ho messo le quantità che ho impiegato per  circa 250 ml di mayo di riso. Sicuramente dura una settimana, di più non sono riuscita a presidiarla 😉

La dedica: a MaVi, della cui visita racconterò nel prossimo post. So che non ama impiegare la soia ed ecco una mayo che non ne contiene!

E dopo queste chiacchiere, venite a rilassarvi nella nostra Pagina Fb! Vi aspetto!

Con questa ricetta SALATA partecipo al contest Felici e Curiosi di Ravanello Curioso e Le delizie di Feli

ravanello_banner03

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.

31 risposte a Mayo di riso

  1. ricetteveg.com ha detto:

    Bellissimissimo compleanno :+

  2. isa-mammafelice ha detto:

    Che delizia!
    E tanti auguri in ritardo alla piccola Ipa 🙂

  3. Barbara ha detto:

    che splendore Ipazia…e che meraviglioso banchetto hai preparato.
    un bacione e un abbraccio, sistemo subito i link 😀

  4. elisabettapendola ha detto:

    quanta bellezza, tanti auguri!!!!

  5. letissia ha detto:

    Che bellissima bambina, auguri in ritardo!
    Complimenti per le proposte del menù originali e deliziose 🙂 Grazie pure per la ricetta di questa maionese, da provare …. visto che nonostante abbia tentato non mi è ancora mai riuscita in versione vegana. E infine Buon Natale a te e ai tuoi tesori 🙂

    • neofrieda79 ha detto:

      Ciao Letissia, non ti è riuscita quella di soia o quella di riso? Se posso esserti utile chiedi 🙂 Grazie delle tue parole!

  6. letissia ha detto:

    Quella di soia 😦 Grazie della disponibilità, proverò a seguire le tue istruzioni e ti farò sapere 🙂

    • neofrieda79 ha detto:

      Ti chiedevo perché questa di riso è una pappetta legata dall’amido del riso, quella di soia è una vera mayo che funziona con gli stessi principi di quella all’uovo, ovvero le lecitine della soia, come quelle dell’uovo, determinano l’emulsione con l’olio e parallelamente si verifica un incorporare aria. I fattori limitanti di solito sono la temperatura del ‘latte’, che dev’essere freddo; la sua composizione – non sempre il tenore in lecitine è decente, grazie alle metodiche di estrazione..; la presenza di altri ingredienti, oltre a soia e acqua, che impediscono l’emulsione; sale e succo di limone o aceto, aggiunti all’inizio, la stabilizzano. Inoltre l’olio va aggiunto goccia a goccia, lo stelo del minipimer dev’essere freddo e il movimento dev’essere dal basso verso l’alto, ‘uscendo’ e rientrando per incorporare aria. Fammi sapere 🙂 Bacioni!
      PS per questa di riso tieni conto che le quantità di acqua, olio e aromi sono indicative e dipendono dalle materie prime che usi e dal gusto personale, ero restia a segnarle, ognuno deve aggiustare come sente 😉

  7. MaVi ha detto:

    La mayo di riso mi piace molto, la faccio anch’io con poco olio e insaporitori simili! è vero, la soya nella Cucina ecozoica si usa poco, senza esagerare!

    Fai tantissimi auguri a Ipa da parte mia e di Stefano, peccato non essere più vicini, io non mancherei di certo al suo compleanno, così non perderei i buoni dolcetti vegan che fa la sua mamma! 😆

    grazie di aver segnalato la mia zattera virtuale…

    abbraccio ovale solstiziale
    😉

    • neofrieda79 ha detto:

      Grazie cara, prima o poi riuscirò a pubblicare qualcosa di decente! O tornerete prima voi? Mi auguro di sì 🙂 qui il posto c’è e lo sapete!

  8. Daria ha detto:

    Fantastica festa, noi avremmo accettato di sicuro l’invito! 🙂
    Ottima la mayo, col mulinetto non problemi a macinare il riso integrale, viene una farina fantastica… Ciao e auguri in ritardo sia di buon compleanno alla piccola che di buon Natale a voi!

    • neofrieda79 ha detto:

      Auguri a voi! Per il 2013 consideratevi invitati, vista la distanza relativamente breve! Ma non aspettate dicembre 🙂

  9. Felicia ha detto:

    Che bellissima festa di compleanno!!! fantastica e un super menù….. la mayò è sicuramente squisita ho anch’io lavorato con il riso per creare una “cosetta” è in attesa di pubblicazione…. ma prima o poi la vedrai!!! 😉 Il tempo a disposizione è sempre troppo poco 😦 Un bacione enorme alla festeggiata ♥ e un augurio per un felice anno nuovo….. ♥

  10. Pingback: Felici e Curiosi, il contest! « ravanellocurioso

  11. lacucinadellacapra ha detto:

    Questo me l’ero perso!!! Ipa sembra super felice!! Cara! Mi spiace tanto non esserci stata, come ben sai ero altrove. Recupereremo!!!! baci!!!

  12. Marta NewHorizons ha detto:

    hai realizzato un ottimo menu per la festa di tua figlia e pure con un neonato da gestire… bravissima ed augurissimi alla tua famiglia per un sereno 2013!!

  13. erbaviola ha detto:

    Auguri anche se con molto ritardo a Ipa!!! Diventa sempre più bella :)) La maionese è già finita nelle miei ricette da provare ^_^ grazie!!
    Un abbraccio gigante a tutti!

  14. neofrieda79 ha detto:

    Grazie cara, qui ricambiano in massa! Fammi sapere le migliorie quando la provi 🙂

  15. neveverde ha detto:

    ho conosciuto il tuo blog grazie a sapore di mamma e mi piace molto…ora ti seguirò….mi ha colpito il nome di tua figlia…Ipazia è bellissimo ed è un personaggio importante…neanche a farlo apposta ne ho parlato in uno dei miei blog mio blog http://gocceluna.blogspot.it/2011/12/hipatia.html
    a presto

  16. Pingback: Felici e Curiosi: i Vincitori e gli eBook per tutti! « ravanellocurioso

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...