Gelati e gelateria cruelty-free: chi ha dubbi?

Neofrieda si è impegnata a continuare i riassunti dei mesi precedenti, e nonostante i tempi da lumaca, datele atto, sta procedendo.

Poteva mancare, nel mitico ciclo al Centro La Resistenza, un incontro sulle dolcezze da freezer? Assolutamente no!

A inizio giugno abbiamo voluto inaugurare l’estate presentando qualche ricettina. La particolarità è stata proporre golosità che fossero non solo un dolce sfizio, ma veri e propri piatti, interessanti dal punto di vista nutrizionale. Perché perdere l’occasione di regalarci nutrienti importanti semplificando solo ad acqua, grasso e dolcificante? Non sia mai!

Ecco gli esempi pratici, mi scuso se non ho foto ma i tempi erano davvero..terremotati!

Siamo partiti raccontando un po’ la terminologia che pennella il mondo di gelati e affini.

Nella categoria ‘sorbetti’ abbiamo assaggiato

  • sorbetto al kiwi e lino
  • sorbetto all’arancia e rosmarino

ricordando i semi oleaginosi come fonti, in questo casi, di omega-3 e le erbe aromatiche come aiuto per integrare nella dieta quotidiana i minerali di cui tanto si caldeggia l’introduzione. Vedere per credere le tabelle INRAN

Siamo passati ai gelati in senso stretto, con

  • gelato gira-stracciatella
  • gelato zu-malaga

ovvero la veganizzazione di questi classici gusti, con l’arricchimento della frutta secca polverizzata, rispettivamente semi di girasole e di zucca. Z come zinco, della cui carenza nelle diete vegan si favoleggia tanto, ma anche come omega-3.

Non potevano mancare ghiaccioli e granite.
La classicissima granita al caffé è diventata una granita al caffé d’orzo, fruibile a tutte le età. Anziché il pieno di caffeina, il pieno di minerali!
I ghiaccioli monocolore sono diventati multicolore: tanti pezzi di frutta coloratissima, ovviamente di stagione, uniti da succo di limone, acqua e un goccio di malto.

Allora, vi ho convinti?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Corsi & workshop. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Gelati e gelateria cruelty-free: chi ha dubbi?

  1. ilmondodici ha detto:

    sfondi unaporta aperta, ma le tue idee son sempre originali e complete quindi ti rilinko subito 🙂 ( da me il più banale ma buono sempre sorbetto di pesche o prugne e cannella senza gelatiera) baci!!!

  2. neofrieda79 ha detto:

    Grazie cara! tra qualche giorno carico tutti i contenuti di ‘Cucina Resistente’, così fate in tempo per gli ultimi gelati 😉

  3. letissia ha detto:

    Nessun dubbio cara Neofrieda! Un dolce abbraccio 🙂

  4. neofrieda79 ha detto:

    Un abbraccio a te 🙂

  5. MaVi ha detto:

    Nel pdf spero ci saranno le foto! molte idee selvatiche come al solito!
    speriamo esca un po’ di sole per fare ancora qualche gelatino! anche se di solito ne mangio pochissimi, quest’estate forse tre o quattro… compresi quelli da passeggio!
    Sono molto impicciata in questi giorni, ma vedrai che prima o poi ci si sente!
    abbraccio ovale
    😉

  6. neofrieda79 ha detto:

    Ciao cara, ho aspettato a scrivere l’articolo anche per la speranza di riuscire a produrre foto postume. Purtroppo questi giorni, come sai, sono compressi..Quindi ahimé saranno solo chiacchiere e niente immagini! Ti avevo letta, passo con calma di là e quando vuoi ci sentiamo! Bacioni!

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...