Frammenti d’estate

Neofrieda è spesso tacciata di eccessivo mistero sulla propria persona. Ciò l’ha sempre stupita, in quanto si sente trasparente fino a essere indifesa.

Mi è stato anche detto che racconto poco di questa gravidanza. Silo cresce vertiginosamente, obbligandomi a imparare quotidianamente nuovi schemi motori. Di maternità ho continuato a parlare, ma cambiando totalmente canale comunicativo. Chi di voi fosse interessato, me ne chieda in privato.

Pennellate di questi giorni..

Papà Orsetto è oltreoceano per lavoro da un po’, sarà uno dei motivi per cui sto cucinando meno? Neofrieda si è dedicata alle opere di muratura e al lavoro, ha avuto pochissimo tempo di stare ai fornelli, e anche solo di architettare nuove preparazioni. Ha ripetuto più o meno gli stessi piatti, con le immancabili variazioni, visto che come ben sapete è incapace di ripetere..

In compenso nelle proprie peregrinazioni ha inventato qualcosa, che ha già scordato, o ha riproposto ricordi propri e di altri, o ha riletto basi di cucina. Lasciando che fluissero tra le proprie mani, felice e grata a chi le ha permesso di pasticciare. Menzione a parte merita..ma andiamo con ordine!

In ordine cronologico, Neofrieda si è impegnata a rispondere all’amica Capra che le ha sottoposto alcune domande sul tema veganesimo. Potete leggere qui l’intervista, e mettere il sito tra i Preferiti per non perdervi i prossimi post!

Il 29 luglio, dopo una lunga frequentazione virtuale, molto intima per un mezzo così anodino, ho avuto finalmente il piacere di abbracciare Felicia! E il suo meraviglioso Fausto, che ha pazientato cullando le nostre chiacchiere. Mi ha commossa la loro gentilezza di fronte alla cena minimalissima che avevo apparecchiato. Feli mi ha donato, assai graditi, i propri semi di luffa, oltre ad alcune piante di Perilla, sapone naturale e luffa già mondata. La Dolce Creatura si è unita all’apprezzamento.

Il giorno successivo Neofrieda e la Pozia partivano per la Trinacria, dietro invito dell’amica River cui si sono intrecciati quello dell’amica Amrita e del Fukuoco. Sono stati momenti intensi e troppo brevi, iniziati con un soggiorno a Siracusa, proseguiti con due giorni nel mare di Palermo e terminati con tre giorni e mezzo nel magico scenario di un ecovillaggio vegan. Già, il sogno di tantissimi tra noi.

Il forno, parte della struttura pre-esistente

A Siracusa, che tutto sommato non ho nemmeno intravisto impegnata com’ero nel maternage e nel conoscere finalmente persone che desideravo incontrare da tempo, mi sono concessa vari giri al mercato, con conseguenti giorni a dieta fruttariana. I vegetali erano tutti a provenienza locale e meravigliosi! M., compagno di River, ha sopportato pazientemente l’invasione dei propri fornelli.

A Palermo ho avuto il piacere di assaggiare vari tipi di cucina, dai piatti siculi preparati magistralmente dalle nonne A. e C., alle interpretazioni di Amrita, con la quale ci siamo dilettate a panificare e pizza-ficare avvolte dal grano duro. Presto mi dedicherò alle preparazioni che ho avuto la gioia di consumare con loro.

A Ciumara Ranni Neofrieda ha docilmente rivestito il ruolo di commis de cuisine per il Fukuoco. Ma ha anche avuto l’onore di preparare due dolci su una meravigliosa rocket mass heather: una focaccia con i fichi e un budino al cioccolato, cotto a bagnomaria. Devo dire che sono stati entrambi apprezzati, e se conoscete il mio amore per la cucina sperimental-arrangiata potete immaginare la mia soddisfazione!

Dell’ecovillaggio difficile rendere a parole. Sta crescendo sulle sponde di un fiume limpidissimo, dalle acque cristalline e perfettamente potabili. E sta crescendo nelle mani del Fukuoco che l’ha desiderato, sta crescendo sulla punta delle dita di chi vi si alterna. E spero tanto che si popoli presto di famiglie e di bambini. Sono ancora troppo emozionata dai giorni trascorsi là per poterne raccontare con lucidità.

Il budino an(n)archico-ciumarano

E la vostra estate? Come procede? Cosa avete assaggiato/cucinato di interessante? Aspetto i vostri racconti!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Neofrieda. Contrassegna il permalink.

20 risposte a Frammenti d’estate

  1. Venus In Fur ha detto:

    mi manchi tanto… ❤ ❤ ❤

  2. quella focaccia era così buona che non c’è stato il tempo di fare nemmeno una foto … e c’erano dentro anche le more!!!
    slurp



    tu per me sei un mito vivente e ti amo e grazie!

  3. Felicia ha detto:

    Bellissimo post……… è sempre un piacere leggere i tuoi pensieri, le tue avventure e le tue squisite ricette…….. (ho assaggiato, posso testimoniare: le tue mani creano prelibatezze!!!!) Grazie per l’ospitalità e per il calore con cui ci hai accolto. Ci siamo sentiti a casa, splendidamente a nostro agio. Un abbraccio a tutti…….. senza trascurare nessuno 😉
    Bellissima la tua fotografia con Ipazia!

  4. ilmondodici ha detto:

    pensa stamattina mi chiedevo: come starà Neofrida?
    Io sarei interessata in pvt a sapere come va e dove ne parli. Ciao!!!
    ps: però ora starò senza web per circa due settimane. 🙂

  5. Nadir ha detto:

    La mia estate è fatta di piccole cose, brevi incontri come quello di stamane con te. Brevi ma intensi. Grazie della tua enorme disponibilità e gentilezza, ti rinnovo l’invito per poterla ricambiare. 🙂

    • neofrieda79 ha detto:

      Grazie a voi del vostro dono..non solo il dolce che posterò, ma la vostra presenza amica! Sai quanto mi fa bene! Godetevi il relax ora..

  6. Barbara ha detto:

    questo post ha parole meno malinconiche e meno tristi, e ne sono felice, sentire che gusti felicità è rasserenante.
    credo che nessuno possa decidere cosa una persona voglia scrivere o meno, o cosa voglia o meno dire di se stessa. Non vedo l’ora che arrivi il 2 settembre così finalmente ti abbraccerò. e guarda che sono una specie di cozza.
    un bacione 🙂

  7. neofrieda79 ha detto:

    Non vedo l’ora ❤ Urca! Malinconiche e tristi? Ti assicuro che io sono tutto il contrario..forse traspare un modus vivendi, quello familiare e locale, che mi sto impegnando a cambiare, tutto qui 😉 E mi ha fatto piacere il confronto, sebbene virtuale. Sai bene che fino al termine di ottobre, visto che Silo dovrebbe stare dentro, potresti anche progettare la visita che prometti sempre..

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...