Cucina Resistente: quinto incontro – Formaggi vegetali

Sì, Neofrieda non ama i sostituti e ha iniziato con una filippica sui prodotti industriali, in cui la percentuale maggiore è acqua. Dichiarato in etichetta, compriamo acqua. Come diceva il compianto Prof. Rippa, mio docente di chimica all’Università, è una molecola magica. Però esce magicamente anche dal rubinetto di casa, e allora perché non giocare un po’?

Foto: Ciufola

Si ringrazia la Zia di Casa per il prestito del videoproiettore. Ovvio che Neofrieda ha miseramente coperto il medesimo con un mazzo di salici e noccioli in fiore. Così, tanto per aumentare le linee curve e la complessità biologica, giusto?

Foto: Ciufola


Primo giro di assaggi, conditi dalle chiacchiere!
Ovviamente tutti i formaggi presentati sono scaturiti dalla fantasia di Neofrieda. Ringraziando le varie suggestioni sparse qua e là per il web, non è stata in grado di riprodurne passo passo nessuna. Come al solito, ha dovuto rivoltare le ricette e riscriverle an(n)archicamente

Foto: Ciufola

Come vedete, non potevano mancare i primi soffi di primavera dall’orto e dai fossi: rapa pistoiese da foraggio, cicorie di vari tipi, plantago e pratoline..Ringrazio sentitamente chi mi ha fornito di scatoline e scatolette, nonché di fuscelle! In alto a destra ecco a voi un ReReRe tra i tanti.

Foto: Ciufola

Neofrieda ha pensato che essendo i formaggi un companatico mancava il cibo-base..e quindi ha proposto un puré con le ultime patate dell’anno, una focaccia con pasta madre e dei crackers preparati con lievito naturale, okara, farina di miglio e farina di mais.

Foto: Ciufola

Dicevamo: il primo giro di assaggi è partito con il puré, su cui abbiamo spolverizzato due parmigiani, uno calciante e uno ferrante.

Puré e parmigiani

La ricotta resistente mi ha particolarmente soddisfatta. Strano, perché non sono mai contenta a sufficienza di quanto partorisco. Ah, di mia figlia sì 😉

Della ricottina mi ha resa felice il procedimento, elaborato per caso ma assolutamente diverso da quelle che trovate in rete, cagliate con succo di limone o con aceto. Questa non ha nessun retrogusto acido e la consistenza è proprio come la ricotta che vent’anni fa, ancora lattivora, mangiavo dai pastori.

Il resistentaggio non è altro che un formaggino semisolido alle noci e miglio..

E poi il mascarpone! Sì sì..

Secondo round: colore dominante bianco!

Siamo partiti con la Irresistentella. Lavorata con fermenti lattici vivi, come una mozzarella. Irresistibilmente erbivora! Nella foto sopra, la vedete nel più classico degli usi.

Ed ecco a voi il Resistenphia. Più che fare il verso al Philadelphia, lo straccia assolutamente!

Non poteva mancare una toccatina raw. Prometto, vi racconterò della bellissima esperienza che data ormai di fine gennaio! So che gli chef crudisti accetterranno la mia versione continental-raw, o meglio an(n)archic-raw: indovinate gli ingredienti?

Foto: Ciufola

Come vedete, i partecipanti detestano lo spreco. Non si butta via nulla!

Foto: Ciufola

Neofrieda parlerebbe anche finché dorme,come stopparla?

Foto: Ciufola

Qualcuno gradisce un take-away?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Corsi & workshop e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Cucina Resistente: quinto incontro – Formaggi vegetali

  1. neofrieda79 ha detto:

    Sì, la gente della Resistenza è meravigliosa 🙂

  2. Felicia ha detto:

    Certo che gradirei………….. ma tutto!!!! un assaggio completo di queste meravigliose preparazioni…… 😛

  3. Barbara ha detto:

    io il take lo gradisco eccome. sono bellissimi gli incontri resistenti, ho dei grossi problemi di spostamento al momento per cui per un po’ non sono autonoma, ma tu non sparisci e quindi prima o dopo ce la farò. intanto…..vado a cercare le ricette dei tuoi formaggi , qualcuna l’hai già postata in precedenza vero?

  4. Flavia ha detto:

    Grandiosa.. Baciniiiii

  5. alessandra ha detto:

    Ciao 🙂 Innanzi tutto grazie ancora per la chiacchierata dell’altra sera e degli utili pareri 🙂 Ho trovato su internet quel che mi dicevi, mi sa che rimando a ottobre così da iniziare il ciclo di lezioni da principio!
    Poi… complimenti per quello che stai facendo, se fossimo più vicine il corso lo verrei sicuramente a fare da te! Ovviamente mangian…ehm… assaggiando tutto :-))

    ale

  6. neofrieda79 ha detto:

    @Felicia: qui sei sempre benvenutissima, lo sai 🙂 e spero sia presto 🙂
    @Barbara: qui la porta è aperta, comunque con treno + corriera ci arrivi..Anche solo treno 🙂 Se ti interessa qualcosa chiedi 😉
    @Flavia: ❤
    @Alessandra: è stato un piacere condividere la mia piccola esperienza, organizzate una macchina da Mi e organizziamo un cerchio di donne, che dite :-)? benvenuta su queste pagine an(n)archiche

  7. neofrieda79 ha detto:

    Anche a me 🙂 Comunque se vi può incoraggiare un sacco di Cs stranieri arrivano via autostop 😉 Ti mando mail dopo 🙂

  8. neofrieda79 ha detto:

    Vogliamo le date 🙂

Mani che han lasciato un'impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...